FORMAZIONE / BAMBINI, RAGAZZI E GIOVANI

Teatro ragazzi 15-17 anni
Classici e dintorni
Ma Shakespeare e Moliére… che lingua parlano?





Insegnanti: Paolo Vicentini. Un modulo di giocoleria sarà condotto da Daniela Cappiello
Periodo: ottobre 2019 - maggio 2020
Orario: lunedì ore 17.00-19.00
Prezzo: 400 € in rata unica o pagabili in 3 rate con una piccola maggiorazione
Quota associativa: 20 €
Rivolto a: ragazzi frequentanti i primi tre anni della scuola superiore

LEZIONE DI PROVA GRATUITA: lunedì 30 settembre: per ragioni organizzative e assicurative, la partecipazione è ad iscrizione obbligatoria previo versamento di una quota di 5€ che verrà assorbita nella quota del corso nel caso di successiva conferma di partecipazione
In questo percorso, pensato specificatamente per gli adolescenti, accompagneremo i ragazzi nel mondo delle loro emozioni  e, ricorrendo alle tecniche del teatro e delle azioni sceniche,li aiuteremo ad esprimerle. 
Al centro delle lezioni ci sarà l'interpretazione che porterà gli allievi a creare il proprio personaggio con modalità di condivisione e cooperazione alla messa in scena.

Il terreno dell'interpretazione è uno spazio sottile e delicato che porta ad ascoltare quello che succede dentro di noi per poi utilizzarlo quando si agisce nei panni di un personaggio, e viceversa: mettersi a confronto, domandarsi cosa succede nella mente di chi la pensa diversamente da noi, o in chi vive in un momento diverso dal nostro;
lasciarsi guidare dalle parole per scoprire i pensieri di un personaggio…tutto questo ci aiuta a conoscere meglio il mondo che abbiamo dentro.

In questo lavoro ci faremo aiutare dalla complessità dei temi offerti a
opere teatrali della drammaturgia classica.
Raccontare una storia “grande”, che parla dell'umanità, offrirà ai nostri giovani allievi un “tesoro” di emozioni, vissuti, pensieri… seguendo le inclinazioni del gruppo, l’attitudine dei componenti, i loro gusti e valutando le possibilità sceniche, si costruirà un’inedita rivisitazione di un testo classico per scoprire cosa ha ancora qualcosa da dirci.
Non se, ma cosa!

Il lavoro proposto, attraverso tecniche di teatro e di azione sceniche, porterà i ragazzi nel mondo delle emozioni trasformandole in movimento. 

Partendo da elementi ludici, propri delle arti performative, attraverso giochi singoli e di gruppo, improvvisazioni e racconti, i ragazzi impareranno a stare in scena con il corpo e con la voce.
Particolare attenzione sarà posta alle tecniche che favoriscono il legame tra la parola detta e la potenzialità espressiva del movimento. Creare in movimento a stretto contatto con l’altro\altri apre un territorio fatto di sorprese ed imprevisti, invita a confrontarsi con i limiti e le abitudini percettive, fa capire che, per utilizzare tutte le possibilità del corpo, pensiero ed azione devono procedere insieme.

Dopo una prima fase propedeutica, nella quale gli esercizi proposti verteranno su:
- linguaggio del corpo, musica e danza;
- movimento e improvvisazione, coscienza di sé e rapporto con il gruppo;
- respirazione ed emissione vocale;
- avvicinamento al lavoro sul personaggio e creazione collettiva di scene.
I ragazzi verranno coinvolti in tutti gli aspetti dell’allestimento, in un lavoro che li responsabilizzerà e formerà rispetto al lavoro di gruppo.

La metodologia utilizzata, che esula dall’apprendimento di modelli precostituiti, favorendo la ricerca personale in chiave molto spesso animativa, avrà un duplice scopo pedagogico:
- sviluppare sia il ragionamento logico-deduttivo (trovare le connessioni logiche fra diverse situazioni) sia la capacita intuitiva-analogica (associare immagini e simboli)
- riscoprire la valenza del sogno come motore di vita.

Un modulo del corso sarà dedicato alla giocoleria e sarà condotto dalla formatrice Daniela Cappiello.
Il titolo del ciclo di lezioni proposti è “Che cos'è la giocoleria?”. Gli allievi del corso si avvicineranno ad una delle discipline delle arti circensi dalla forte valenza pedagogica in quanto contribuisce allo sviluppo della creatività e della socializzazione, educando al rispetto verso se stessi e gli altri.



Paolo Vicentini

Ha studiato con i seguenti maestri: Philip Hottier (Theatre du Soleil de Paris) Germana Giannini (cantante) Renato Carpentieri (attore cinematografico ) Antonio Fava (direttore della scuola internazionale di teatro comico di Reggio Emilia) Eleonora Fuser (attrice TBS di Venezia) Doris Plank (danzatrice ) Giovanni Trabaldo (Teatro Agricolo O del Montevaso) Laura Curino (Teatro Settimo) Maria Consagra (attrice) Enzo Pezzella (danzatore) Urs Stauffer (danzatore) Antonella Bertoni e Michele Abbondanza (danzatori) Maria Tulia Pedrotti (danzatrice) e Lenz Theater. 2003 partecipa ad un laboratorio organizzato dalla comunità Europea, Cora Herrendorf e Teatro Nucleo di Ferrara.

Teatro di strada:
1990-91 Le audaci vele, La guerra rustica per la regia di Philip Hottier.
1992-99 Para-Mundi-Tà, Le Voci Lontane, Grande Convoglio con teatroBlu .
1994-99 Lisistriade, Peste, Kata-pulta, Sacre Coeur, Les Elfes con il Theater in der Klemme.

Teatro per ragazzi:
1994-96 Sfiorarsi, Incanto con TeatroBlu regia di Nicola Benussi.
1996 Marzacane, Il Guardiano del Faro, Albero di piume di canarino, Pulcinella e il pesce d’argento, Gli AcchiappaVento con la Sbarberi Scuole.
2002-04 Miki & Piki i 2 lombriki, Aiuto i Marziani spettacoli di teatro educazione, con la compagnia M&P.
Hansel e Gretel con Teatrincorso-Spazio 14 per la regia di Elena Marino.

Teatro di prosa:
1992-94 Caligola, Mutamento con TeatroBlu regia di Nicola Benussi.
1996-98 Altre storie, L'avventura dei Carrofanti con Artigianato Teatrale.
1999 Old moon Cold moon con il Lenz Theater.
2002 Strix con il Teatro PraTIKo.
2000 Sceneggiatura e Regia del film per ragazzi “Il Tempo dei Gelati”, video di Sant Just per il Theater in der Klemme.
2000 Né buoni né cattivi tour tournèe con la rockstar Piero Pelù.

Danzatore:
Studio per uno Spirito Folletto con la compagnia Abbondanza-Bertoni.
2000-01 Interregionale per la Luna, Ikarus coreografia di Iosu Lezameta con il Teatro PraTIKo.
2002 People Meetings Prodotto dal Festival internazionale BOLZANODANZA.
2003 Zingra performances di danza.

Progetti di animazione teatrale:
Concertino, Progetto scuola del Comune di Merano.
Meranotondo (creazione di film con i ragazzi) edizioni del: 1998 , 2001, 2002, 2003 ,2005 Theater in der Klemme.
Parusia, teatroBlu.
50 laboratori teatrali nelle scuole elementari e medie per il comprensorio C5.
Alberi Improvvisi ( 3 progetti ), Alberi Sporti e laboratorio per le scuole superiori in collaborazione con il Mart (museo arte moderna di Rovereto) e Informagiovani del comune di Trento
Progetti di lettura nelle biblioteche della Regione con teatroBlu per i comuni di Bolzano e Riva del Garda.
Progetto scrittori delle Alpi “Arge Alp” con teatroBlu.
Laboratorio teatrale per il liceo Maffei di Riva del Garda 2001 e 2002.
Docente nella scuola di cinema anni 2002-03 e 2003-04 ARCO e per il Centro Giovani di Malè.
Dal 2006 insegna per la scuola del Teatro Portland.




Teatro Portland
via Papiria 8
38122 - Trento
(google maps)

Segreteria (prenotazione corsi e informazioni) aperta lunedì-venerdì dalle 15.00 alle 19.00
Tel. 0461.924470
info@teatroportland.it

Biglietteria (prenotazione spettacoli e stagioni):
Tel. 0461.924470 (feriale) - 339.1313989 (festivo)
prenotazioni@teatroportland.it


Le prenotazioni fatte via sms, mail e WhatsApp sono valide solo se confermate e si accettano fino ad un'ora prima dello spettacolo.

Direzione artistica
Andrea Brunello
direzione@teatroportland.it

Segreteria e scuola di teatro
Arianna Mosca
(Segreteria aperta lunedì-venerdì dalle 15.00 alle 19.00 / Tel. 0461.924470)

Amministrazione
Francesca Pegoretti
amministrazione@teatroportland.it

Copyright © 2020
Codice Fiscale e Partita IVA 01886360229
Obbligo di cui art. 1 commi 125-129 L. 124/2017 (File PDF)
PEC: aps_portland@pec.it

web project by crushsite.it