FORMAZIONE / LABORATORIO ANNUALE

Laboratorio annuale ispirato al testo "Il suicida" di Nikolaj Erdman




Insegnanti: Paolo Vicentini e Giacomo Anderle
Periodo:
ottobre 2018 - maggio 2019
Orario: giovedì dalle 20.00 alle 22.00. A partire da giovedì 18 ottobre
Prezzo:
540 € € in rata unica o pagabili in 3 o 5 rate con una piccola maggiorazione
Quota associativa: 20 €
Sconto: sconto del 10% sul prezzo del corso previsto per gli studenti universitari iscritti a UniTn
Rivolto a:
allievi che hanno compiuto un percorso di almeno 2 anni di recitazione al Portland o presso altre scuole, previa giornata di lavoro e conoscenza.

Un laboratorio annuale curato con lo scopo di portare gli allievi alla creazione di uno spettacolo. Un percorso annuale che segue un percorso biennale di teatro durante il quale gli allievi hanno avuto modo di approcciare l’arte teatrale attraverso lo studio del corpo, delle azioni sceniche, del movimento e di primi lavori sulla creazione del personaggio. Il fine del laboratorio annuale sarà proprio quello di condurre il gruppo all’allestimento di uno spettacolo grazie alla struttura impartita al programma. Saranno in particolare tre i passi che porteranno alla completa conoscenza del testo e alla finale messa in scena dello spettacolo. I docenti del corso, Giacomo Anderle e Paolo Vicentini, hanno scelto il testo “Il Suicida” del drammaturgo russo Nikolaj Erdman e proprio la conoscenza dell’opera costituirà il primo importante momento formativo: lettura e approfondimento finalizzato alla comprensione del testo, delle dinamiche drammaturgiche che coinvolgeranno direttamente gli allievi. Una volta approfondita la conoscenza del testo e della drammaturgia si entrerà nel dettaglio per conoscere i personaggi che animano l’opera teatrale iniziando ad immaginare un’assegnazione dei ruoli, costruzione delle dinamiche sceniche e adattamento al gruppo di lavoro. Al termine delle fondamentali fasi iniziali di studio dell’opera e del personaggio si inizierà a lavorare all’allestimento dello spettacolo.
Il lavoro sul movimento e l’approfondimento circa l’uso della “parola” saranno fondamentali per arrivare alla messa in scena finale.

Approfondimenti sul testo “Il Suicida”

Un testo scritto negli anni Venti, in un contesto storico e politico tra i più drammatici della storia: l’Unione sovietica ai tempi di Stalin e dei gulag.
Un’opera teatrale messa in scena per la prima volta nel 1928 dal regista Mejerchol’d e, in seguito a questo primo allestimento, censurata dal regime stalinista. “Il Suicida” è costato al suo autore non solo il silenzio artistico ed un lungo ostracismo, ma addirittura un lungo esilio in Siberia con detenzione in un gulag e la censura di stato alla sua opera.
Solamente nel 1990 l’opera teatrale è suscita dall’oblio ed è stata riallestita.
Il testo di Erdman è di rara bellezza e fonda il suo impianto narrativo su di un equivoco che si gioca, in chiave farsesca, sul delicato tema del suicidio che viene sviluppato in un contesto che appare quanto mai attuale nonostante la lontananza temporale e fisica del contesto di riferimento. Un’opera senza tempo perché narra di società ed umanità, che, facilmente, in ogni luogo ed in ogni tempo, in momenti di debolezza e di crisi può essere portata verso una deriva decisamente poco edificante.
Il protagonista de “Il Suicida” è Senja, un giovane disoccupato moscovita che per errore viene creduto sul punto di suicidarsi. Questo drammatico equivoco attira l’attenzione d’intellettuali, artisti, politici e belle avventuriere che vorrebbero trarre vantaggio dalla morte del povero sventurato, innescando così un congegno narrativo tragicomico straordinario.

Come anticipato in precedenza il laboratorio annuale si svilupperà in 3 diverse fasi:
- Studio del testo, analisi dell’opera e drammaturgia
- lavoro sui personaggi
- Creazione e allestimento dello spettacolo con messa in scena finale

Hanno detto di noi…
“Bene!...la passione per la materia di insegnamento era percepibile, come anche la voglia di trasmetterla” (Giovanna R.)
“Mix perfetto, Giacomo più riflessivo ed interiore, Paolo più fisico e vivace” (Gianni P.)



Paolo Vicentini

Ha studiato con i seguenti maestri: Philip Hottier (Theatre du Soleil de Paris) Germana Giannini (cantante) Renato Carpentieri (attore cinematografico ) Antonio Fava (direttore della scuola internazionale di teatro comico di Reggio Emilia) Eleonora Fuser (attrice TBS di Venezia) Doris Plank (danzatrice ) Giovanni Trabaldo (Teatro Agricolo O del Montevaso) Laura Curino (Teatro Settimo) Maria Consagra (attrice) Enzo Pezzella (danzatore) Urs Stauffer (danzatore) Antonella Bertoni e Michele Abbondanza (danzatori) Maria Tulia Pedrotti (danzatrice) e Lenz Theater. 2003 partecipa ad un laboratorio organizzato dalla comunità Europea, Cora Herrendorf e Teatro Nucleo di Ferrara.

Teatro di strada:
1990-91 Le audaci vele, La guerra rustica per la regia di Philip Hottier.
1992-99 Para-Mundi-Tà, Le Voci Lontane, Grande Convoglio con teatroBlu .
1994-99 Lisistriade, Peste, Kata-pulta, Sacre Coeur, Les Elfes con il Theater in der Klemme.

Teatro per ragazzi:
1994-96 Sfiorarsi, Incanto con TeatroBlu regia di Nicola Benussi.
1996 Marzacane, Il Guardiano del Faro, Albero di piume di canarino, Pulcinella e il pesce d’argento, Gli AcchiappaVento con la Sbarberi Scuole.
2002-04 Miki & Piki i 2 lombriki, Aiuto i Marziani spettacoli di teatro educazione, con la compagnia M&P.
Hansel e Gretel con Teatrincorso-Spazio 14 per la regia di Elena Marino.

Teatro di prosa:
1992-94 Caligola, Mutamento con TeatroBlu regia di Nicola Benussi.
1996-98 Altre storie, L'avventura dei Carrofanti con Artigianato Teatrale.
1999 Old moon Cold moon con il Lenz Theater.
2002 Strix con il Teatro PraTIKo.
2000 Sceneggiatura e Regia del film per ragazzi “Il Tempo dei Gelati”, video di Sant Just per il Theater in der Klemme.
2000 Né buoni né cattivi tour tournèe con la rockstar Piero Pelù.

Danzatore:
Studio per uno Spirito Folletto con la compagnia Abbondanza-Bertoni.
2000-01 Interregionale per la Luna, Ikarus coreografia di Iosu Lezameta con il Teatro PraTIKo.
2002 People Meetings Prodotto dal Festival internazionale BOLZANODANZA.
2003 Zingra performances di danza.

Progetti di animazione teatrale:
Concertino, Progetto scuola del Comune di Merano.
Meranotondo (creazione di film con i ragazzi) edizioni del: 1998 , 2001, 2002, 2003 ,2005 Theater in der Klemme.
Parusia, teatroBlu.
50 laboratori teatrali nelle scuole elementari e medie per il comprensorio C5.
Alberi Improvvisi ( 3 progetti ), Alberi Sporti e laboratorio per le scuole superiori in collaborazione con il Mart (museo arte moderna di Rovereto) e Informagiovani del comune di Trento
Progetti di lettura nelle biblioteche della Regione con teatroBlu per i comuni di Bolzano e Riva del Garda.
Progetto scrittori delle Alpi “Arge Alp” con teatroBlu.
Laboratorio teatrale per il liceo Maffei di Riva del Garda 2001 e 2002.
Docente nella scuola di cinema anni 2002-03 e 2003-04 ARCO e per il Centro Giovani di Malè.
Dal 2006 insegna per la scuola del Teatro Portland.

Giacomo Anderle

Attore, drammaturgo, regista, formatore teatrale, è autore di numerosi spettacoli per bambini, ragazzi e adulti. Ha collaborato con il Teatro Stabile di Bolzano; con la sede regionale di Trento della RAI (come autore e attore); con Uendelig Teater (Norvegia); con l'artista spagnolo Jose Antonio Portillo; con Fondazione AIDA (VR).
Attualmente collabora con I Teatri Soffiati (TN) e, come formatore, con Teatro Portland (TN).
Cofondatore del Centro Teatrale Ziggurat (1993), fondatore e direttore artistico di Finisterrae Teatri, tra il 2003 e il 2013 ha fatto parte della direzione artistica del Centro Teatro del Comune di Trento. Nel 2014 è cofondatore di Pituit studio d’arti e ne condivide la gestione.
Il suo percorso artistico è iniziato tanti anni fa con lo studio del clown e lì spesso ritorna, cercando possibilità di contatto e di dialogo tra immaginario e realtà, permeabilità, leggerezza e stupore.











Teatro Portland
via Papiria 8
38122 - Trento
(google maps)

Segreteria (prenotazione corsi e informazioni) aperta lunedì-venerdì dalle 15.00 alle 19.00
Tel. 0461.924470
info@teatroportland.it

Biglietteria (prenotazione spettacoli e stagioni):
Tel. 0461.924470 (feriale) - 339.1313989 (festivo)
prenotazioni@teatroportland.it


Le prenotazioni fatte via sms, mail e WhatsApp sono valide solo se confermate e si accettano fino ad un'ora prima dello spettacolo.

Direzione artistica
Andrea Brunello
direzione@teatroportland.it

Segreteria e scuola di teatro
Arianna Mosca
(Segreteria aperta lunedì-venerdì dalle 15.00 alle 19.00 / Tel. 0461.924470)

Amministrazione
Francesca Pegoretti
amministrazione@teatroportland.it

Copyright © 2018
Codice Fiscale e Partita IVA 01886360229
PEC: aps_portland@pec.it

web project by crushsite.it